Girovaghi

Prestidigitazione

foto1876lh

Prestidigitazione

Arte basata sulla destrezza manuale che consiste nel far apparire, sparire o
moltiplicare piccoli oggetti come palle, sigarette, carte da gioco. Si divide in
prestidigitazione da scena, in cui l’artista è in piedi su un palco, e micromagia
(o “close up magic”) che vede l’artista seduto con l’interazione degli
spettatori. La micromagia è tra le forme più antiche e dalle tecniche più
efficacemente tramandate. Oggi pare una delle arti più diffuse al mondo,
soprattutto a livello amatoriale, forte di una manualistica e di una didattica
sterminate. Ha origine in pratiche arcaiche come il “gioco dei bussolotti”, le
cui tecniche sono ancora oggi studiate e perfezionate. Nel dopoguerra,
soprattutto negli Stati Uniti, la micromagia si sviluppa nelle tecniche, nella
teatralità e nei principi psicologici, con trattati e conferenze di maestri degli
anni ‘60 come Tony Slydini (manipolatore di monete) e Dai Vernon (il più
grande trattatista e inventore di tecniche con carte da gioco). Tra i
contemporanei si distingue Ricky Jay, i cui spettacoli con carte da gioco sono
scritti e messi in scena da David Marnet. Per quanto riguarda la
prestidigitazione da scena, essa nasce attorno al XVIII secolo, come
intrattenimento da camera, ed è poi rilanciata con la rivoluzione di Jean
Robert Houdin, padre della magia moderna. Ai primi del ‘900 la p. da scena
diviene un’arte teatrale e si codifica con lo sviluppo del varietà in un tipo
preciso di numero (essenzialmente muto, a differenza della micromagia)
spesso fondendosi con l’illusionismo. Dei palcoscenici degli anni ‘10 si
ricordano i manipolatori Nelson Downs, con apparizioni miracolose di monete
ed Howard Thurston, con apparizioni di carte da gioco. Negli anni ‘50,
Channing Pollock codifica con classe il numero del prestigiatore in frack con
colombe e foulard. I più validi prestigiatori da palcoscenico sono oggi Lance
Burton, con un proprio teatro a Las Vegas, e Jeff Mc Bride, manipolatore di
maschere che si ispira teatralmente alle tradizioni magiche sciamaniche.

Lascia un Commento