Girovaghi

Accademia del Circo

DSCF0064-1

Accademia del Circo

Istituto di formazione professionale delle arti circensi

Fondazione patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e gestita

dall’Ente Nazionale Circhi. Nasce per far fronte alla crescente difficoltà nella

trasmissione di tecniche circensi emersa in particolare dagli anni settanta

quando, con lo sviluppo delle imprese famigliari in aziende, diventa più

difficile per i circensi tramandare alle nuove generazioni le discipline di base

della pista. La volontà di aprire una scuola del circo risale però, in nuce, nella

mente del fondatore Egidio Palmiri sin dal 1940, quando visita una struttura

del genere in Lettonia. Nel 1968 le speranze sembrano potersi concretizzare

con l’emanazione della legge 337 che “riconosce la funzione sociale del

circo”, ma il progetto è accantonato per mancanza di fondi. Nel 1988 grazie

all’impegno, anche concreto, dei consiglieri dell’Ente Nazionale Circhi, titolari

dei maggiori circhi italiani, il progetto viene realizzato sull’esempio di Scuole

Statali di Circo quali quella di Mosca e quelle francesi. I primi corsi vengono

ospitati nei quartieri invernali di Enis Togni a Verona. Nel 1990 la sede viene

trasferita a Cesenatico, nei locali di una ex colonia. L’Accademia è l’unica

istituzione di formazione professionale circense esistente in Italia e l’unica a

modello convittuale di tutto il mondo occidentale. Il corso è articolato in

quattro anni ai quali vengono ammessi allievi dagli 8 ai 16 anni, e permette

l’apprendimento di elementi delle varie discipline circensi. Dalla sua

fondazione l’Accademia ha diplomato oltre 40 allievi, oggi impegnati nelle

piste dei più prestigiosi circhi italiani e stranieri. Numerosi i premi ottenuti a

festival internazionali, da ricordare la medaglia d’Oro dei fratelli Peres al

Festival di Parigi e il clown d’Oro conquistato al Festival di Monte Carlo dalla

famiglia Casartelli con “la festa del cavallo” con una dozzina di diplomati

dell’Accademia. Ma soprattutto il Clown d’Oro nel 2004 dei Fratelli Errani. Da

segnalare la presenza di ottimi istruttori provenienti dalla Scuola del Circo di

Mosca o da famiglie italiane di tradizione, come Jarz, Nicolodi, Cardona,

Larible e Merzari, oltre alla nota contorsionista portoghese Fatima Zohra.

L’Accademia garantisce anche l’alfabetizzazione di base degli allievi di

provenienza circense altrimenti costretti ad un frustrante girovaggare per le

scuole di tutta Italia. Di recente l’Accademia ha costituito dei corsi di

articolazione più elastica al fine di poter accogliere studenti esterni o di età

superiore al normale, impossibilitati a frequentare per quattro anni o costretti

da contingenze di ordine pratico a soggiornare fuori dalla struttura.

Lascia un Commento